Available courses

Il Corso di Dattilografia su Computer consente di ottenere un livello di preparazione professionale nella evoluzione moderna della Dattilografia, mirato a fornire competenze valide agli operatori del mondo della Scuola di oggi. A seconda dei livelli, si ottiene quindi la capacità di digitare testi utilizzando tutte le dieci dita delle mani, senza mai guardare la tastiera (tastiera cieca), oltre ad un’elevata precisione di digitazione ed un’alta velocità di scrittura del testo. A fine corso il partecipante sarà in grado di gestire professionalmente l’utilizzo della tastiera del PC secondo quanto previsto dal programma.

Il Corso è istituito da Ente Pubblico per come previsto dal D.M. 640 del 2017 (FAQ 16).

Unità formativa

“PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI E IL REGOLAMENTO UE 2016/679”

N.25 ORE MAX 50 PERSONE

(N.6 ORE IN PRESENZA ON LINE E N.19 ORE TRA FAD – LABORATORIO E RESTITUZIONE)

 

 

Modulo I.  (MODULO IN PRESENZA ON LINE)

Nozioni di sicurezza informatica e la protezione dei dati personali nell’ordinamento italiano ed europeo.

-Il “bene” da tutelare: dalla riservatezza alla protezione dei dati personali;

-Quadro normativo di riferimento su base europea e nazionale: evoluzione storica, normativa e giurisprudenziale in materia di privacy;

-Il General Data Protection Regulation (GDPR). Definizioni, regole generali e campo di applicazione;

-Definizione di dato personale; le categorie di dati (dati sulla salute, dati biometrici, dati genetici) ed il loro trattamento;

-Principi applicabili al trattamento dei dati personali e l’informativa sui dati personali; condizioni di liceità e nuove regole per il consenso; principio di responsabilizzazione/accountability;

-L’“effettività” del diritto alla privacy e i diritti degli interessati al trattamento dei dati (profilazione, diritto di accesso, diritto all’oblio, diritto alla portabilità dei dati, diritto di opposizione);

- Soggetti del trattamento: il “titolare”, il “responsabile” ed i “soggetti autorizzati”;

-Obblighi del titolare e del responsabile del trattamento. Il registro delle attività di trattamento. - Il responsabile della protezione dei dati: RPD – DPO;

- Codici di condotta;

- L’Autorità Garante per la protezione dei dati personali: compiti, funzioni e poteri.

- Strumenti di tutela degli interessati

- La sicurezza dei trattamenti: notifica delle violazioni (data breach); rischi e misure.

- Profili di responsabilità civile e penale della data protection.

- Il trattamento dei dati personali da parte di un soggetto pubblico.

- Il trattamento dei dati sensibili e giudiziari.

- Governance europea e tutela transfrontaliera: ambito di applicazione territoriale, trasferimento dei dati personali verso paesi terzi o organizzazioni internazionali; funzione ispettiva, potere sanzionatorio e coordinamento tra DPA. Cooperazione. Comitato europeo per la protezione dei dati.

-Le decisioni del Garante per la protezione dei dati personali e orientamenti della giurisprudenza.

- Aspetti di sicurezza nei luoghi di lavoro legati all’uso delle apparecchiature elettroniche

 Modulo II

Il trattamento dei dati personali in ambito pubblico e la conoscibilità delle informazioni pubbliche

 -Protezione dei dati personali e tutela giurisdizionale;

-Digitalizzazione della P.A.;

-La disciplina dell’anticorruzione e della trasparenza in Italia: dalla l. 241/1990 al d.lgs. 97/2016. Cenni;

-Applicazione delle disposizioni in materia di trasparenza: il ruolo delle linee guida;

-Gli obblighi di pubblicazione e la protezione dei dati personali;

-L’accesso documentale e la protezione dei dati personali;

-L’accesso civico, l’accesso generalizzato e la protezione dei dati personali;

-La redazione dei regolamenti recanti i casi di esclusione dall’accesso e metodo di tutela dei dati personali;

-Le decisioni del Garante per la protezione dei dati personali e orientamenti della giurisprudenza.

 

Modulo III

Comunicazioni elettroniche e internet

-Privacy e comunicazioni elettroniche: inquadramento generale e disposizioni del Codice privacy così come modificato dal d. lgs. n. 101/2018 e del Draft di Regolamento e-privacy;

-Raccolta dati on line tramite siti internet e data protection e obblighi di legge per i fornitori di servizi di comunicazione elettronica e in materia di data retention;

-Privacy e comunicazioni indesiderate: telemarketing e telefonate mute: la disciplina del Codice privacy, i provvedimenti del Garante per la protezione dei dati personali, la nuova disciplina nazionale sul telemarketing e il draft di regolamento E-Privacy;

- Privacy e comunicazioni indesiderate: obblighi di informativa e prestazione del consenso per attività promozionali degli utenti effettuate tramite sistemi automatizzati e non automatizzati (Linee guida spam);

- La portabilità dei dati personali;

- Profilazione e  marketing;

- Cybersecurity. Cybersecurity e data breach, come minimizzare i rischi e reagire in caso di attacco;

-Criticità privacy nell’utilizzo dell’intelligenza artificiale e della blockchain.

 

Modulo IV (MODULO IN PRESENZA ON LINE)

Il trattamento dei dati personali nella scuola

-L’attuazione del GDPR nel comparto scuola. Il trattamento dei dati. Il Titolare del trattamento ed il/i Responsabile/i (DPO). I diritti dei docenti, degli studenti ed esigenze di tutela;

-Didattica a distanza e protezione dati (indicazioni Miur e critica): consenso si o no?

- L’impiego di sistemi tecnologici: trasparenza, liceità e correttezza; divieto di profilazione, diffusione e comunicazione: approccio critico. Sicurezza dei dati (cybersecurity) e rischi, analogie e differenza tra Piattaforme formative e social

- Emergenza sanitaria e garanzia della continuità didattica: l’intervento del Garante del 30/3/2020. Base legale del trattamento dei dati personali. Necessità del consenso e della nomina a responsabile del trattamento. Privacy by design e configurazione degli strumenti. Valutazione d’impatto e informativa. Valutazione d’impatto e informativa: il legal design. Il ruolo dei DPO. Le lezioni tramite piattaforma informatica; i compiti/prove e le valutazioni.

- AgID – Misure minime di sicurezza ICT per le pp.aa. (art. 14-bis del Codice dell’Amministrazione Digitale).

- Casistica, decisioni del Garante per la protezione dei dati personali.

 Verifica e documentazione generativa

- Entry test con verifica competenze iniziali

- Verifica intermedia

- Test finale con verifica dei progressi maturati e delle competenze finali maturate

 Tutte le attività di verifica saranno effettuate attraverso la piattaforma educationtraining.it attraverso una documentazione generativa. Per rendere generativa la documentazione e per far comprendere ciò che si sta documentando, gli aspetti salienti e i punti più importanti di un’attività saranno trasformati in unità informative, così da rendere visibile all’esterno le capacità progettuali del docente, dei docenti e, infine, della scuola.

 La documentazione multimediale sarà caratterizzata dal fatto che l’utente può non solo condividere le risorse, in una logica di rete, ma può essere parte attiva del processo di documentazione, anche grazie a quella vera e propria galassia di potenzialità rappresentata dal Web 2.0, un vero e proprio modo nuovo di intendere la Rete, che pone al centro i contenuti, le informazioni, l’interazione.

L’utilizzo di diversi codici oltre alla scrittura, come l’immagine, il suono, il video, faranno compiere al fruitore un’esperienza che coinvolge anche la sua parte emotiva (descrivendo il “clima”, le relazioni, etc.) oltre a quella cognitiva.

Il percorso di documentazione generativa si propone di:

•         affrontare il problema di una documentazione attenta ai processi e finalizzata alla riflessione e alla valutazione delle esperienze;

•         proporre strumenti di documentazione generativa multimediale per incentivare l’innovazione e valorizzare il patrimonio di ricerca didattica;

•         promuovere un’ottica di circolazione delle conoscenze e delle competenze collettive in cui la documentazione stessa diventa occasione di formazione;

•         creare un’occasione di confronto tra i docenti sulle pratiche documentative

Attraverso la piattaforma dedicata sarà fornito ai docenti uno spazio di confronto e di condivisione dei materiali documentativi prodotti a scuola, dove collaborare e ideare in modalità e-learning nuovi format di educativi.

 

Piattaforma online educationtraining.it per attività in FAD

Blended learning o apprendimento misto o apprendimento ibrido, nella ricerca educativa si riferisce ad un mix di ambienti d'apprendimento diversi.

Esso combina il metodo tradizionale frontale in aula con attività mediata dal computer e/o da sistemi mobili (come smartphone e tablet). Secondo i suoi fautori, la strategia crea un approccio più integrato tra docenti e discenti.

Precedentemente, materiali basati sulla tecnologia hanno giocato un ruolo di supporto all'istruzione frontale. Attraverso un approccio blended learning, la tecnologia avrà un ruolo ancor più importante.

Le attività saranno strutturate con l'accesso a risorse online, comunicazione via social media o l'interazione con gli studenti a distanza in altre aule o in altri ambienti di apprendimento.

 

Strategie metodologiche, mezzi, strumenti e tempi di realizzazione

Per l’implementazione del progetto si gestiranno itinerari formativi unitari e raccordati, improntati sul lavoro interdisciplinare e multidisciplinare all’interno dei curricoli educativo-didattici.

Realizzazione di un clima formativo e positivo, accogliente per coinvolgere gli alunni e far maturare in essi l’impegno, la responsabilità e l’attenzione. Razionalizzazione dell’esperienza soggettiva ed oggettiva di alunni, genitori, docenti ed operatori sociali per avere un quadro di conoscenze delle situazioni sociali positive e a rischio che rafforzano o destabilizzano il funzionamento della macchina sociale.

Le metodologie privilegiate sono le seguenti:

- didattica laboratoriale;

- ricerca – azione;

- brainstorming;

- cooperative learning;

- peer tutoring;

- costruzione di mappe concettuali;

- circle – time;

- project work;

- problem solving.

 Documentazione

Tutto il materiale prodotto sarà organizzato, anche con strumenti digitali, per consentire la documentazione sulle tematiche svolte, anche dopo la conclusione delle attività progettate e rappresenterà un patrimonio immateriale per la comunità di riferimento in futuro, prevedendone anche l’aggiornamento.

 Modalità di valutazione di medio termine

La verifica del lavoro sarà oggetto di valutazione periodica sull’attività svolta.

L’attività di verifica, inoltre, sarà spostata nella valutazione del mero apprendimento quantitativo di informazioni alla verifica sul campo - attraverso l'osservazione attenta - di come le attività di educazione alla legalità e alla cittadinanza attiva influiscano sull'ambiente sociale, sul modo di vivere e di pensare del gruppo classe e dei singoli.

L’itinerario valutativo si snoderà attraverso le seguenti tappe:

- definizione del campo di osservazione;

- registrazione delle analisi effettuate;

- monitoraggi periodici dello stato di attuazione del progetto;

- tabulazione dei dati per giungere ad una valutazione globale.

 Si procederà, inoltre, all’osservazione dei comportamenti e del rispetto delle regole in classe, nei momenti di gioco e nelle attività non strutturate, alla somministrazione di questionari per la rilevazione delle presenze degli alunni, alla somministrazione di questionari per l’autovalutazione degli apprendimenti e il gradimento degli alunni e alla produzione di materiali in versione cartacea e digitale

 Modalità di documentazione, valutazione e comunicazione dei risultati finali del Progetto

Il progetto prevede attività di valutazione e monitoraggio, con relativa produzione della necessaria documentazione.

L’attività di valutazione contempla tre momenti: valutazione ex- ante, valutazione intermedia o in itinere, valutazione ex- post.

La valutazione misurerà:

1.      l’apprendimento cognitivo maturato durante le attività;

2.      il gradimento delle attività proposte;

3.      la riflessione sui valori proposti.

  

PARTNER FORMATIVI

 

1- NEMESI Aces – Cosenza

2- Talent Garden Cosenza – Unical

3- Goodwill srl – Rende

4- Le Officine digitali di Education&Training – Cosenza

5- Rivista online Educrazia – Cosenza

6- Passo 10.1 - Cosenza

7- Life Training srl - Cosenza

 

Responsabile Scientifico del Progetto Formativo

Prof. Alessio Fabiano (Docente di didattica digitale e dell’inclusione)

 

Esperto formatore

Prof. Avv. Mauro Fortunato Magnelli (Avvocato e Docente esperto privacy)